Tiziana Cappellino, Riflessi in contrasto

Riflessi in contrasto. Voce e pianoforte. Musica jazz e latina, che abbraccia lievemente il tango, ma non solo. Quello che emerge è un insieme di riflessi di ciò che è stato, di quel che è, di quello che deve ancora nascere. Sono sfumature, in contrasto su più fronti. Sicuramente note che stridono con quello che oggi ci viene sapientemente imposto dal mercato discografico e dalla società in generale. C’è poi una contraddizione personale, da cui scaturisce lo stile delle composizioni originali e degli arrangiamenti. In questi sette brani risuonano anni delle più disparate esperienze umane, artistiche, professionali… di quelle che ti conducono dal buio della malinconia alla rabbia più nera, dall’insicurezza fragile alle velate richieste di aiuto, fino ad un’inattesa quanto inebriante esplosione di gioia e bellezza. Una forbice molto ampia di dinamiche per emozioni e musiche contrastanti ma sincere, prive di filtri e velleità di consenso. Il tutto è bilanciato dal suono unico di Javier che, insieme alla sezione ritmica, interpreta ed esalta la melodia in ogni passaggio del processo creativo.

(Velut Luna)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: