Wilson Audio SASHA Series 2

La presentazione di un nuovo prodotto Wilson Audio è sempre un evento. E’ ora possibile ascoltare le nuove Sasha 2. Si può ancora essere emozionati dopo 50 anni di presenza sul mercato? Audio Natali, distributore ufficiale italiano del marchio, non ha dubbi: “Noi lo siamo e lo saremo.. sempre.”

In breve le differenze principali rispetto alla prima versione: innanzitutto implementano tutto l’hardware delle Alexia compreso il blocco a gradini che permette di inclinare l’upper module su 10 posizioni rispetto alle 3 delle Sasha precedenti. Quest’ultimo non può però avanzare o arretrare come nelle sorelle più grandi, le Alexia.

sashaRinnovate anche le placche in alluminio posteriori che accolgono dei morsetti migliori, sempre dedicati esclusivamente a forcelle anche di grosso calibro ed in special modo a quelle dei cavi Transparent.

Altra differenza lampante rispetto alle Sasha Series 1 è la forma dell’upper module con il baffle a doppia angolazione. Non un vezzo estetico ma il design necessario ad accogliere il nuovo Convergent Synergy Tweeter che ha caratteristiche temporali e di dispersione completamente diverse dal precedente.

Mentre tutto il modulo Puppy è realizzato nel monumentale materiale X, l’upper module ha il baffle del mid woofer in materiale S che è nato specificamente per questo compito ossia assorbire e rendere inerti le risonanze dei midrange. Il resto del cabinet, alloggio tweeter compreso, è in materiale X. E’ la prima volta che Wilson Audio realizza un singolo baffle in due materiali diversi.

Passiamo al Puppy.. se il mobile della gamma bassa delle precedenti Sasha era un campione di smorzamento delle vibrazioni, quello delle Sasha 2 migliora la performance del 30%. Questo risultato si è ottenuto attraverso un utilizzo più intenso del vibrometro laser che ha permesso di misurare le nanometriche vibrazioni dei pannelli laterali che si producono durante il funzionamento della cassa.

Hanno dunque avvicinato i punti di misura fino ad un pollice l’uno dall’altro realizzando una griglia più fitta che ha permesso di posizionare in maniera certosina i setti interni, sempre in materiale X, ottenendo un cabinet che definire immobile come una montagna è riduttivo..

Come era facile aspettarsi, Wilson Audio è riuscita a migliorare in maniera pesante un diffusore già perfetto.

Wilson Audio ha una lunga storia come utilizzatore di tecnologie pionieristiche nei propri prodotti ed ogni nuovo prodotto che immette sul mercato è un condensato della ricerca e dello sviluppo effettuato negli ultimi anni. Con la Sasha II l’allineamento temporale, così critico per l’espressione armonica, la dinamica e la musicalità, hanno raggiunto un grado di raffinatezza senza precedenti per un diffusore formato da due cabinet.
Tutto questo è stato coadiuvato dal nuovo Convergent Synergy Tweeter nato per la flagship Alexandria XLF e modificato per adattarsi alla perfezione con l’upper module della Sasha II.

La Sasha, così come tutte le precedenti Watt/Puppy, resta il diffusore Wilson Audio più venduto in assoluto. La combinazione di prestazioni esaltanti unite ad un cabinet tutto sommato compatto è sempre stato il punto di forza di questo prodotto incredibile. Oggi, la variabile riferita alle performance, è cresciuta a livelli fino ad oggi sconosciuti.

Versione modificata del Convergent Synergy Tweeter

La magia del midrange di Wilson è sempre stata in gran parte dovuta alla sua capacita di questo splendido woofer di coprire tutta la gamma media, incluse le frequenze della voce maschile, senza che il crossover andasse a sporcare quella che è la parte più delicata della banda audio. Questo ha sempre significato che dovesse essere necessariamente piuttosto grande e quindi limitato in estensione in gamma alta. L’esistente tweeter in titanio a cupola rovesciata ha ampiamente dimostrato quindi di accoppiarsi perfettamente e con estrema coerenza con questo midrange e durante il suo sviluppo durato dieci anni si è evoluto in maniera tale che eccelle nel campo della bassa distorsione, nella risoluzione della micro e macro dinamica e nell’espressione degli armonici. Inizialmente fu sviluppato per suonare in basso fin sotto il kilohertz con bassa distorsione e alta capacità di pilotaggio ma Dave fu disposto a scambiare la larghezza di banda ultra estesa per caratteristiche più musicali ed importanti.

Con l’aiuto dei suoi ingegneri ha testato un’ampia gamma di tweeter con cupole fatte in diamante, berillio, ceramica. Molti di questi esibivano risposte in frequenza piatte con estensione fino alle ottave non udibili ma nessuno di essi replicava il contrasto dinamico e l’espressione armonica del tweeter attuale con cupola rovesciata in titanio. Nessuno poi è stato in grado di avere performance adeguate accoppiato al midrange Wilson Audio viste le sue caratteristiche uniche.

Quattro anni fa però, Dave ha rinnovato la sfida per la realizzazione di un tweeter migliore che è culminata in un progetto proprietario specifico per le Alexandria XLF. Il risultato è il Wilson Convergent Synergy Tweeter. Il nuovo tweeter Wilson abbandona i materiali esotici in favore di un progetto apparentemente più tradizionale ma completamente nuovo e rivoluzionario caratterizzato da una nuova cupola in seta che meglio incontra le caratteristiche di musicalità da lui ricercate.

Il Convergent Synergy Tweeter fa oggi il suo debutto sulle Sasha II in una versione modificata che implementa una camera di carico posteriore.

Il cabinet superiore

La risposta in frequenza in asse del nuovo tweeter CST rende necessaria un nuovo allineamento angolare con il midrange in modo da ottimizzare la fusione tra i due driver. La porzione di baffle che riguarda il tweeter è oggi realizzata nell’ultima versione dell’ X-Material come sulle Alexia mentre la porzione di baffle che riguarda il midrange è realizzata in S-Material, perfetto per gestire tutte le risonanze delle frequenze medie e per ridurre il rumore e la colorazione tipici di questa gamma di frequenze.

E’ stato migliorato anche il controllo delle risonanze con una nuova strategia di posizionamento dei setti interni e della distribuzione dei due materiali. Nella serie II abbiamo anche due griglie separate per tweeter e midrange in modo da ridurre al minimo le diffrazioni indotte dalla struttura delle stesse.

Informazioni: AUDIO NATALI – Web: www.audionatali.com

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: