RAFFAELE CASARANO: il 15 giugno esce Oltremare

Tǔk Music presenta RAFFAELE CASARANO con OLTREMARE.

Raffaele Casarano è considerato tra i più talentuosi e noti interpreti della New Jazz Generation italiana, fiore all’occhiello della creativa fucina della Tǔk Music diretta da Paolo Fresu.

Oltremare è il suo quarto album pubblicato dall’etichetta del trombettista, in uscita il 15 giugno 2018.

In questo disco, masterizzato dal mitico Giovanni Versari, è alla guida di un quartetto internazionale che comprende Manu Katché alla batteria, Eric Legnini al pianoforte, Fender Rhodes e sintetizzatori vari, e Lars Danielsson al contrabbasso e violoncello.

In due brani la voce è quella di Danno, storico rapper del gruppo di scuola romana Colle Der Fomento.

Si tratta di un progetto ambizioso, in cui il talento pugliese prende per mano con sicurezza e generosità un gruppo da sogno: Raffaele ha composto tutti e 13 brani del disco, li ha arrangiati e ha diretto musicalmente il quartetto dando prova di notevole maturità.
Il gruppo si muove come un corpo unico, nel quale tutti gli elementi sono perfettamente integrati e in equilibrio: solo la musica a prendere il sopravvento e rimane protagonista.

Il sassofonista salentino pone le basi per una ricerca musicale che abbraccia musiche diverse e coerenti come gospel, soul e hip hop.
Sonorità a lui care, in quanto reduce da una serie di tour africani durante i quali è riuscito a collaborare con diversi musicisti dello Zimbabwe e del Sud Africa: una esperienza che ha segnato profondamente la realizzazione di questo album.

Grazie all’approccio spirituale del leader il disco si sviluppa come una liturgia, con la musica che si libera pacata e serena, un antidoto ai nostri tempi turbolenti, un inno alla libertà e all’umanità alla ricerca del superamento dei propri limiti.

Primo singolo tratto da Oltremare è la title-track, con il testo composto e cantato da Danno.

Di questa canzone esiste anche uno straordinario lyric video realizzato dall’artista Augusto Murgia, patrocinato dal comune di Lampedusa, e a sostegno della campagna #Umani dei Medici Senza Frontiere.

Il brano, che ovviamente racchiude lo spirito e l’essenza dell’intero disco, narra di migranti in viaggio alla ricerca di un approdo e di una via di uscita, ma al tempo stesso è una metafora di qualcosa di intimo ed esistenziale.

Non solo viaggio come ricerca della salvezza, ma come luogo e non-luogo di riflessione sulla propria condizione di individuo in divenire, essere umano che si scopre e riscopre.

La copertina del disco è opera della straordinaria artista Malala Andrialavidrazana, nata in Madagascar ma francese di adozione. Con una formazione in architettura Malala si è quindi dedicata alle arti visive e alla fotografia vincendo il premio HSBC.
Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo, dalla Costa D’Avorio al Mali, da Israele alla Cina ed in molti paesi europei.

La cover e gli elementi del booklet fanno parte della serie intitolata Figures, dove l’artista unisce assieme elementi disparati come carte geografiche del 19° secolo, banconote e copertine che hanno segnato la sua generazione.
In questo modo opera un cambio di prospettiva del modo in cui osserviamo i materiali che mette in discussione e fa riconsiderare la nostra conoscenza del mondo, con la situazione attuale dominata dalla globalizzazione. Gli elementi tratti dalle banconote amplificano questa visione, simboli del dominio economico ereditato dal periodo coloniale e che ancora persiste anche dopo le dichiarazioni di indipendenza.

L’album è stato realizzato con il prezioso contributo di Valentino Nicolì e AverCura, azienda che da anni opera nel campo dei restauri artistici, e che condivide con Casarano la stessa visione del mondo, e degli essere umani.

LABEL: www.tukmusic.com

ARTIST: www.facebook.com/Raffaele-Casarano

COVER:  www.andrialavidrazana.com

MANAGEMENT: www.pannonica.it

DISTRIBUZIONE: www.ducalemusic.it

 

Facebook Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: