FEDELTÀ DEL SUONO #306 – AGOSTO 2021 – MASCHIO O FEMMINA…

FEDELTÀ DEL SUONO #306 – AGOSTO 2021 – MASCHIO O FEMMINA…

 

 

Maschio o femmina…

 

 

Paradossalmente la gente che crede di sapere sempre tutto

è proprio quella che non capisce mai un cazzo.

CHARLES BUKOWSKI

 

 

ZITTI E BUONI

 

 

[Strofa 1]

Loro non sanno di che parlo

Vestiti sporchi, fra’, di fango

Giallo di siga’ fra le dita

Io con la siga’ camminando

Scusami, ma ci credo tanto

Che posso fare questo salto

E anche se la strada è in salita

Per questo ora mi sto allenando

 

[Strofa 2]

E buonasera, signore e signori

Fuori gli attori

Vi conviene toccarvi i coglioni

Vi conviene stare zitti e buoni

Qui la gente è strana tipo spacciatori

Troppe notti stavo chiuso fuori

Mo li prendo a calci ‘sti portoni

Sguardo in alto tipo scalatori

Quindi scusa mamma se sto sempre fuori, ma

 

[Ritornello]

Sono fuori di testa, ma diverso da loro

E tu sei fuori di testa, ma diversa da loro

Siamo fuori di testa, ma diversi da loro

Siamo fuori di testa, ma diversi da loro

 

[Strofa 3]

Io ho scritto pagine e pagine

Ho visto sale, poi lacrime

Questi uomini in macchina

Non scalare le rapide

Scritto sopra una lapide

In casa mia non c’è Dio

Ma se trovi il senso del tempo

Risalirai dal tuo oblio

E non c’è vento che fermi

La naturale potenza

Dal punto giusto di vista

Del vento senti l’ebrezza

Con ali in cera alla schiena

Ricercherò quell’altezza

Se vuoi fermarmi ritenta

Prova a tagliarmi la testa

Perché

 

[Ritornello]

Sono fuori di testa, ma diverso da loro

E tu sei fuori di testa, ma diversa da loro

Siamo fuori di testa, ma diversi da loro

Siamo fuori di testa, ma diversi da loro

 

[Bridge]

Parla la gente purtroppo

Parla, non sa di che cosa parla

Tu portami dove sto a galla

Che qui mi manca l’aria

Parla la gente purtroppo

Parla, non sa di che cosa parla

Tu portami dove sto a galla

Che qui mi manca l’aria

Parla la gente purtroppo

Parla, non sa di che cazzo parla

Tu portami dove sto a galla

Che qui mi manca l’aria

 

[Ritornello]

Ma sono fuori di testa, ma diverso da loro

E tu sei fuori di testa, ma diversa da loro

Siamo fuori di testa, ma diversi da loro

Siamo fuori di testa, ma diversi da loro

 

[Outro]

Noi siamo diversi da loro

 

 

ALBUM: Teatro d’ira – Vol. I

ARTISTA: Måneskin

ANNO: 2021

 

 

Questo mese chi legge anche l’altra nostra rivista dedicata al mondo dell’audio, COSTRUIRE HIFI, vorrà perdonarmi se affronto anche qui lo stesso argomento ma trovo che sia impossibile non parlarne!

Mi riferisco alla IMMENSA SCIOCCHEZZA sollevata dalla Professional Audio Manufacturers Alliance che vuole sostituire i termini che denotano l’identificazione di genere (cavi “maschio” e “femmina” e nel caso dell’hardware “master” e “slave”) con designazioni neutre, come “spina” e “presa”… secondo la PAMA, l’associazione statunitense dei produttori di materiale audio, si tratta di termini “obsoleti”, che non incoraggiano lo “spirito di inclusione all’interno della comunità audio professionale”.

 

Fin qui la notizia nuda e cruda che mi fa subito pensare che questi siano “fuori di testa” anche se mi viene da pensare che sia tutta una trovata pubblicitaria per far parlare di una “associazione” che altrimenti nessuno prenderebbe in considerazione.

Eppure credo che dietro ad una trovata pubblicitaria che magari negli USA, piena di bigotti e puritani, possa funzionare, si nasconda qualcosa di più profondo: la voglia di essere politicamente corretti.

 

Tutti noi siamo cresciuti in un mondo dove tra uomini si scherzava e ci si prendeva in giro, anche magari in maniera forte e volgare… eppure la stragrande maggioranza di noi è cresciuta senza troppi problemi. Con ciò non voglio dire che le minoranze non vadano tutelate.

Tutte le minoranze vanno tutelate, ci mancherebbe, e magari anche incluse, in modo da non farle sentire più minoranze.

Però non si deve neanche esagerare!

Capisco che oggi chiunque possa e debba sentirsi a suo agio nel suo modo di vivere la propria sessualità il proprio colore della pelle, la propria religione e anche il modo di mangiare… ci mancherebbe.

A me non frega nulla se tu sei scintoista, omosessuale, vegano e hai anche la pelle nera (parafrasando Nino Ferrer) ma vorrei poterne non dover parlare ogni momento!

Se sei scintoista me lo devi venire a dire ogni cinque minuti?

E perché dovresti rompermi le palle parlandomi dei tuoi kami ogni due per tre?

E perché poi io dovrei togliere il crocefisso dal muro per paura di offendere i tuoi kami?

E se sei scintoista e anche omosessuale, perché dovrei discutere con te del tuo orientamento sessuale?

Posso dire che non me ne frega niente?!?

E che questo mio non fregarmene nulla rappresenta la massima evidenza di integrazione possibile?!?

 

Vivi e lasci vivere… non so chi lo abbia detto ma credo che se tutti noi provassimo ad applicarlo, vivremmo tutti meglio!

E allora perché dovremmo pensare che qualcuno si possa sentire in qualche modo “offeso” se vado da Audiokit e chiedo di comprare due prese maschio e due femmina RCA?!?

Come glielo chiedo altrimenti?!?

 

Perché qualcuno ha sempre paura delle PAROLE?

 

Il mondo spesso è duale, bianco e nero, uomo e donna, yin e yang, caldo e freddo… la dualità ci aiuta a capire la realtà che è complessa, la semplifica, perché poi tutti noi sappiamo bene che la realtà NON È DUALE ma fatta di tante, tantissime sfumature!

E allora perché si deve avere paura delle PAROLE?!?

Perché si ha paura del “genere” dei connettori e si debba per forza utilizzare una terminologia “neutra”?!?

 

IO NON SONO NEUTRO E NON VOGLIO VIVERE DA NEUTRO!

 

Mi sono rotto i CO@#@ONI di questa ipocrisia e di questo falso buonismo!

Un minoranza non deve essere discriminata ma non deve neanche credere di essere maggioranza o, peggio ancora, comportarsi come tale!

Tanto per essere chiaro.

 

Scrivetemi pure, come sempre, senza remore a:

abassanelli@fedeltadelsuono.net

 

Buona musica e avanti tutta!

 

 


 

 

EDITORIALE

Maschio o femmina…

di Andrea Bassanelli

 

IN COPERTINA

The Black Keys

Dentro sono più nero di te

di Mauro Bragagna

 

IL CAPPELLO A CILINDRO

Lettere al Direttore

di Andrea Bassanelli

 

ADVENTURES IN HI-FI

di Umberto Nicolao

 

IL REGNO DEGLI ASCOLTI

FDS TECH AWARD

Streamer audio, lettore di rete, Server ROON

Silent Angel Rhein Z1

Psicoacustica cinese

di Roberto Pezzanera

 

FDS BEST VALUE

Suite di cavi (multipresa, alimentazione, segnale, potenza)

Viborg Audio suite di cavi

Dettagli che fanno la differenza

di Gianmaria Dellai

 

Amplificatore per cuffie

Carot One Fabriziolo

L’ampli cuffia valvolare da… evitare!

di Marco Bicelli

 

I DECALOGHI

di Lorenzo Zen

 

HI-END

FDS TOP QUALITY

Giradischi manuale completo di braccio e fonorivelatore

Clearaudio Performance DC

Il primo vero passo per l’ascolto analogico hi-end

di Paolo Lippe

 

FDS TOP QUALITY

Diffusori Full Tower

Cizek Regent V

Incrocio di storie e leggende

di Alberto Guerrini

 

FDS EDITOR’S CHOICE

Rack modulare per elettroniche

GD Audio Rack Reference

L’idea della sperimentazione

di Alberto Guerrini

 

IL CLUB BLU PRESS

Accessori – Modulo Iscrizione

e Abbonamenti

 

LA BACCHETTA MAGICA

FDS MUSICA a cura della Redazione

Disco del mese di Mauro Bragagna

Mick Fleetwood and Friends

“Celebrate the Music of Peter Green and the Early Years of Fleetwood Mac” (Live from the London Palladium)

Jazz dischi di Francesco Peluso

Rock e i suoi fratelli audiofili

di Mauro Bragagna

Rose Flight Case di Mara Morbin

Moby – Reprise

Deus Ex Audio di Paolo Lippe

Måneskin – Teatro d’Ira Vol. 1

 

ANNUNCI COMPRO/VENDO

a cura della Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.